Calciomercato in tempo reale

Pavarolo, altri due innesti. Binandeh positivo: "Crescita importante"

Ramin Binandeh al lavoro col Pavarolo
Ramin Binandeh al lavoro col Pavarolo
- 20625 letture

Si prepara ad una lunga e dura battaglia il Pavarolo. I collinari, dopo aver ottenuto una miracolosa salvezza la passata stagione e aver staccato in extremis il pass iscrizione, vogliono onorare l'impegno e raggiungere un altro straordinario traguardo. Sotto la direzione del neo tecnico Ramin Binandeh, i biancorossi sono al lavoro dall'11 agosto. Un gruppo totalmente nuovo che vede nei più vecchi il portiere Cuppone, classe '81', il difensore Basiglio ('87) e l'attaccante Monteleone ('90), il resto è un mix ben nutrito di giovani e fuoriquota (qui la rosa completa). Le prime amichevoli (sconfitte 2-4 contro il Pinerolo e 0-1 contro la Piscinese, pareggi 0-0 e 1-1 contro Settimo e Gassino) hanno palesato delle naturali difficoltà di amalgama della rosa, ma è molto fiducioso Binandeh: "Ci sono note positive che negative ma quello che mi fa piacere è che la squadra ha mostrato una costante crescita. E' un gruppo totalmente nuovo e inoltre in questo momento le gambe sono pesanti più di altre squadre perché siamo partiti dopo e perché siamo una squadra più fisica. Io comunque vedo assolutamente il bicchiere mezzo pieno".

Domani sera altro test amichevole contro il San Domenico Savo Rocchetta poi il 30 il debutto in Coppa e domenica quello in campionato. Binandeh potrà fare affidamento anche su due nuovi innesti, giovani ma di personalità: il difensore centrale classe '97 Marco Tonini, protagonista in Serie D con la maglia del Pinerolo, e il centrocampista classe '95 ex Cavour e Bsr Grugliasco Danny Meitre. Chiude l'ex tecnico del Mathi: "Credo che verso la terza giornata potremmo essere in una buona condizione ma sarà importante ottenere dei risultati positivi fin da subito per il morale e la fiducia. Ho un gruppo giovane ma voglioso e tosto, siamo contenti del lavoro fatto fino ad ora e della crescita vista. Siamo fiduciosi".

Foto: Tuttosport

Luca Scanavino