Calciomercato LIVE

L'eroe Pepino stende il Trofarello in extremis: estasi Pedona!

Pepino scatenato
Pepino scatenato

Trofarello (TO) Il Pedona come il roboante viaggio di Ulisse, l'eroe omerico protagonista dell'Iliade e dell'Odissea. Sì, proprio così, la bellissima vittoria della squadra di mister Tallone per 2-1 (tabellino) contro il "dio del mare" (Poseidone) Trofarello, assomiglia perfettamente alle avventure interminabili e irti di difficoltà di Ulisse che dopo un lungo cammino arriva nella sua Itaca. In questo caso però, è Igor Pepino l'eroe per eccellenza che firma una magica doppietta che fa arrivare in porto la sua barca dopo le avventure in giro per il Mediterraneo e la riporta in testa alla classifica.

Match subito bellissimo

Dopo un breve incipit, i primi capitoli coinvolgono subito il lettore in una partita incredibile. Al 12' percussione di Desmero, sponda di Pepino per Brino, fuori. Poco dopo Tosatto serve Favaretto che carica il destro, alto. Ancora Trofarello in avanti col coraggioso tentativo in rovesciata di Di Nobile che lambisce il palo creando una grande occasione. Pedona che riparte: palla di Dalmasso per Pepino in area piccola, tiro fortissimo e sul primo palo paratona di Gallino. Al 28' solita eccellente punizione di Favaretto a giro verso il secondo palo e manona provvidenziale di Erbì che salva in angolo. Alla mezz'ora, bella conclusione ancora di Dalmasso che sibila il palo. Cuneesi che fanno sognare grazie alle loro azioni: ripartenza stratosferica, pallone per Brino che calcia molto forte, la sfera che sta andando fuori ma arriva Dalmasso con uno scavetto geniale che sfiora la traversa di un nulla. Palla gol clamorosa.

La lotta e il trionfo di Ulisse

Dopo un breve respiro il lettore può riprendere la lettura di questa storia, con la nave di Ulisse che sbatte ma poi si riprende. Prima chance per il Trofarello dopo due minuti: angolo di Favaretto, stacca Mainardi, fuori. Al 26' occasionissima gigantesca per gli ospiti: super tiro di Brino, respinge Gallino, tap-in da due metri del neo entrato Konatè e palla che colpisce incredibilmente la traversa. Alla mezz'ora però, finalmente, l'eroe, Pepino, è vicino al ritorno a casa, facendo gol: passaggio di Konatè, il numero nove si libera con tanta forza di un avversario, tiro a palla in rete. Gioia per i guerrieri Greci. Ma la felicità dura poco perché naturalmente c'è di mezzo un'altra insormontabile difficoltà, con la barca che sembra affondare. Infatti fallo di Volcan su Novara, calcio di rigore ed espulsione per il difensore cuneese. Dagli undici metri arriva il neo entrato Francesco De Salvo che spiazza Erbì e fa gol. Gli uomini di Tallone non ci stanno e si riversano in avanti. Al 36' botta di controbalzo di Brino, fuori. Poco dopo tiro rasoterra sempre di Brino, blocca Gallino. Azione seguente sempre del Pedona ed è incredibile: bordata di Giordana, respinge Gallino, poi arriva Brino, e il portiere di casa compie un altro miracolo. Sul rovesciamento di fronte, suicidio di Dalmasso che perde palla, recupera Mainardi, tiro ed esce brillantemente Erbì. Il finale si fa nervoso e molto intenso perché al 44' per proteste, dalla panchina, vengono espulsi Peano (portiere del Pedona) e Arlorio del Trofarello. In campo però è ancora battaglia e al 52', dopo una lunghisssima odissea e avventure incredibili, il Pedona firma il capolavoro, ritornando ad Itaca e sconfiggendo i nemici: azione da manuale del calcio, Brino serve sulla destra Konatè, cross in mezzo e di prima Pepino fa centro esultando a più non posso.

Eroe Pepino che come Ulisse vince la sua battaglia e poi fa festa: gol numero 22 in campionato e Pedona che vola in vetta. Trofarello, come accade al Dio Poseidone, che naufraga dopo una grandissima partita.

Per una lettura più comoda e per goderti al meglio LIVE, risultati e classifiche della tua squadra, scarica la nuova App qui!

Riccardo Ganci