L'Alpignano riparte da Nastasi: "Lavoro, abnegazione ed entusiasmo"

Nastasi nuovo tecnico Alpignano
Nastasi nuovo tecnico Alpignano

Ha sciolto le ultime riserve anche l'Alpignano. La società del presidente Savino Granieri, dopo la folle retrocessione al playout contro l'Albese (da 2-0 a 2-3), ha raccolto le idee e si prepara a recitare un ruolo da protagonista nel prossimo campionato di Promozione.

I biancoblu infatti hanno scelto di ripartire da un nome forte ed ambizioso sulla panchina: stiamo palando di Davide Nastasi. Ex Racconigi e nell'ultima stagione Lucento, dove ha contribuito in maniera fondamentale alla salvezza dei rossoblu, ha battuto la concorrenza di Silvio Viale ed è pronto ad iniziare questa nuova avventura a fianco del suo amico e ds Vincenzo Gaudio Pucci.

"Torno in panchina con forza, motivazione e orgoglio - queste le prime parole di Nastasi da tecnico dell'Alpignano - Al Lucento ho fatto il mio percorso e, al di là dei risultati, lo ritengo positivo perché sono arrivato in un ambiente morto e con il lavoro fatto con i ragazzi si è tornati in corsa per la salvezza, poi completata egregiamente da Goria. L'Alpignano ha vissuto un'annata storta, io sono molto amico di Gatta e diciamo che l'ho vissuta al loro fianco. E' partita male ed è finita peggio. E' stata dura digerire ma adesso ripartiremo con entusiasmo e con nuovi giocatori motivati. L'ambiente non è depresso, al di là del girone in cui finiremo vogliamo fare bene ma senza avere la pressione di altre piazze. E' un a società seria e i ragazzi che avrò a disposizione voglio che abbiano culto del lavoro, abnegazione ed entusiasmo. Queste sono le basi e se ci saranno sicuramente potremo fare bene. Infine sono contento di poter tornare a lavorare con Gaudio Pucci, parliamo la stessa lingua e insieme in campo abbiamo ottenuto tante vittorie tolti grandi soddisfazioni".

Per una lettura più comoda e per goderti al meglio LIVE, risultati e classifiche della tua squadra, scarica la nuova App qui! 

Foto: profilo Facebook Davide Zizou Nastasi

Luca Scanavino