Accade Oggi. 1999: il mondo del calcio scopre Antonio Cassano - I AM CALCIO TORINO

Accade Oggi. 1999: il mondo del calcio scopre Antonio Cassano

ItaliaAlmanacco

18 dicembre 1999, una data che i tifosi del Bari, e non solo, non dimenticano. E' la serata del Bari-Inter deciso dal gol di Antonio Cassano. Dopo l'esordio in Serie A nel turno precedente a soli diciassette anni, nella 14° giornata del massimo campionato italiano Eugenio Fascetti, allenatore del Bari, decide di schierare Cassano titolare contro i nerazzurri di Marcello Lippi tra lo stupore generale, anche dello stesso attaccante barese. 

La partita vede un avvio scoppiettante con il vantaggio dei pugliesi siglato Enyinnaya, poi il pareggio Vieri dopo soli 13'. Fino all' 88' sembra non dire più nulla la gara, avviata ormai verso il pareggio, ma proprio in quel minuto arriva il lampo di genio del Pibe di Bari Vecchia: stop a seguire di tacco per addomesticare un lancio dalle retrovie, controllo con la testa, dribbling e poi il destro che batte Peruzzi sul primo palo. E' il primo gol in Serie A, il gesto con la mano quasi a dire: "Ma che gol!". Poi la corsa sotto la curva del San Nicola e il cartellino giallo per l'esultanza eccessiva, un gol da fuoriclasse e un'esultanza da "fuorilegge": due delle caratteristiche che hanno contraddistinto il campione barese.

Ancora oggi è una delle reti più note e belle nel nostro campionato, che è diventata il biglietto da visita del talento di Antonio Cassano. Quella giocata magica spinse molti ad indicare il barese come il futuro erede di Roberto Baggio e la speranza del calcio italiano. Da quel giorno, tra alti e bassi, iniziò la storia di Antonio Cassano... Fantantonio!

La Redazione

Antonio Cassano
Antonio Cassano