Accadde Oggi. Nel 1968, dopo un Napoli-Juve, Sivori lascia il calcio - I AM CALCIO TORINO

Accadde Oggi. Nel 1968, dopo un Napoli-Juve, Sivori lascia il calcio

ItaliaAlmanacco

Un talento cristallino con un carattere rissoso, uno che non ci stava a perdere nemmeno un contrasto: questo il ritratto, in due parole, di Omar Sivori, calciatore italo-argentino che in Italia ha vestito le maglie di Juventus e Napoli ed in Argentina quella del River Plate.

La sua carriera terminò con la maglia dei partenopei e proprio a causa di una squalifica rimediata dopo una rissa in una partita contro la Vecchia Signora. 

La gara "incriminata" si disputò al "San Paolo" il 1 dicembre del 1968 e vide il Napoli battere la Juventus per 2-1 ma quello che interessa, forse, di più è l'episodio accaduto nel finale del primo tempo: Sivori commette fallo sull'ex compagno Favalli e viene espulso per fallo di reazione. Si scatena una rissa e "El Cabezon" viene accompagnato negli spogliatoi da Salvadori della Juve, suo ex compagno, e Panzanato del Napoli. 

Sivori viene punito con sei giornate di squalifica confermate il 20 dicembre. Per protesta contro quella squalifica, a soli 33 anni, Sivori lascia il calcio e l'Italia e fa ritorno in Argentina.

Maurizio Morante

Leggi altre notizie:NAPOLI JUVENTUS Almanacco
Omar Sivori in maglia Juventus
Omar Sivori in maglia Juventus