Stangata Santa Rita: maxi squalifiche a due giocatori biancoblu

6 mesi di squalifica per Caria (a sx)
6 mesi di squalifica per Caria (a sx)

Nel comunicato ufficiale n°45 stangata del giudice sportivo nei confronti del Santa Rita con una pioggia di squalifiche. L'ultima controversa partita ad Acqui (pareggio con rigore contro al 98') ha lasciato pesanti strascichi con ben 4 squalifiche, due pesantissime: un anno al pilastro della difesa Piero Cerrato, fino al 18 febbraio 2020, mentre 6 mesi al centravanti Simone Caria, fino al 14 agosto 2019. A loro si aggiungono anche Davide Rizzi e Mattia Forlani (squalifica nel turno infrasettimanale) con tre giornate ciascuno. Di seguito le motivazioni riportate sul Comunicato:

SQUALIFICA FINO AL 14/ 2/2020

PIERO CERRATO

Per condotta gravemente violenta e ingiuriosa nei confronti dell'arbitro, nonché per ripetuti insulti a tutta la terna arbitrale. Dopo la realizzazione del rigore assegnato alla squadra avversaria, il signor Cerrato inseguiva l'arbitro fino a metà campo, insultandolo pesantemente. Inoltre, nel tentativo di fermarlo, tratteneva energicamente il direttore di gara per il braccio destro, oltre a cercare anche in seguito il contatto fisico ponendo la propria mano destra sulla spalla sinistra dell'arbitro che stava indietreggiando. Alla notifica del provvedimento di espulsione, il signor Cerrato abbassava di forza la mano destra dell'arbitro che impugnava il cartellino, insultandolo e minacciandolo, minacce reiterate poco dopo nonostante l'intervento dei suoi compagni di squadra. Una volta uscito dal campo si posizionava insieme al sig. Caria, già espulso e ai bordi dello stesso, continuando a inveire all'indirizzo della terna arbitrale.

Tale condotta violenta, concretizzatasi in un'azione connotata da una volontaria aggressività, integra la fattispecie di cui all'art. 11/bis del Codice di Giustizia Sportiva e comporta le sanzioni amministrative di cui alla delibera n.104 del Consiglio Federale F.I.G.C. del 17/12/2014, come previsto dall'art. 16, comma 4/bis del Codice di Giustizia Sportiva nel testo approvato dal Consiglio Federale F.I.G.C. (C.U. n.256/A del 27/01/2016).

SQUALIFICA FINO AL 14/ 8/2019

SIMONE CARIA

Per condotta gravemente violenta e ingiuriosa nei confronti dell'arbitro e degli assistenti. In occasione dell'assegnazione del calcio di rigore in favore della squadra avversaria, il signor Caria affrontava con toni e modi minacciosi il direttore di gara, accerchiandolo con altri compagni di squadra, insultandolo e minacciandolo ripetutamente, cercando un contatto fisico con lui portando il proprio volto a pochi centimetri da quello dell'arbitro e puntandogli l'indice sul petto, costringendolo a indietreggiare. Diversi insulti venivano altresì rivolti a tutta la terna arbitrale. Detta condotta durava per circa tre minuti, prima che il giocatore fosse portato fuori dal campo dai suoi stessi compagni. Il signor Caria però non raggiungeva gli spogliatoi, ma restava nei pressi del terreno di gioco, continuando a inveire e insultare la terna. Le condotte sopra descritte venivano reiterate a fine gara, nonostante l'intervento di un dirigente e di un altro giocatore del S. Rita che tentavano di trattenere per le braccia il signor Caria.

Tale condotta comporta le sanzioni amministrative di cui alla delibera n.104 del Consiglio Federale F.I.G.C. del 17/12/2014, come previsto dall'art. 16, comma 4/bis del Co

La Redazione

Leggi altre notizie:SANTA RITA