Presentazione - E' nata ufficialmente la nuova Asd Mappanese

E' nata l'Asd Mappanese
E' nata l'Asd Mappanese

«Siamo qui per illustrare un sogno, un progetto che coltiviamo da 12 anni e finalmente possiamo dire d'avere creato l'Asd Mappanese». Con queste parole, pronunciate dal presidente uscente dell'Atletico Volpiano Mappano, Maurizio Marra, s'è aperta sabato sera nella Sala Consiliare di Mappano la conferenza di presentazione della nuova società nata dalla fusione tra l'Asd Atletico Volpiano Mappano e la Gsd Mappanese.

Asd Mappanese, questo il nome della nuova realtà che avrà sede nel piccolo comune della cintura nord di Torino e che avrà praticamente tutte le categorie dalla Prima Squadra, che militerà nel prossimo campionato di Prima categoria, alla Scuola Calcio, fatta eccezione per le formazioni della Juniores e degli Allievi 2° anno. Già 150 i tesserati del vivaio, che si divideranno tra gli impianti di via Galvani e quelli di via Verdi, tutti uniti sotto i colori sociali biancorossi. Presidente del nuovo sodalizio sarà Andrea Graneri, con, un po' a sorpresa, l'attuale allenatore della Prima Squadra dell'Atletico Volpiano Mappano, ovvero Alessio Veneziano, che rivestirà anche l'incarico di vice presidente della Mappanese nella prossima stagione. Andrea Graneri e Alessio Veneziano saranno coadiuvati, nei loro ruoli dirigenziali, dal segretario Luigi Pizzino e dai consiglieri Maicol Graneri e Mauro Hubacech, mentre altre grandi novità riguardano i ruoli più “tecnici”, con Riccardo Aniello che proverà a destreggiarsi tra il ruolo di “bomber” della Prima Squadra e quello tutto nuovo del direttore sportivo, mentre il dg sarà Umberto Pace, con Maurizio Marra come dt. Responsabile del Settore Giovanile sarà Carletto Virardi, mentre quello della Scuola Calcio è attualmente ancora vacante e sarà ricoperto “ad interim” da Alessio Veneziano. Qualche nome, infine, tra gli allenatori del vivaio già ufficializzati, in cui spiccano le figure di Federico Di Marco in qualità di mister degli Allievi 1° anno, di Marco Frascati come tecnico dei Giovanissimi 2° anno e Sergio Colangelo dei Giovanissimi 1° anno, mentre i vari Michele Tarallo, Tommaso Schiavello e Fabio Cannavò avranno rispettivamente le panchine degli Esordienti 2° anno e dei Pulcini 2009 e 2010.

«Sono onorato della mia investitura di presidentele parole di Andrea Graneri avevamo già provato a mettere insieme le due società qualche anno fa ma i tempi non erano ancora maturi, ora invece i rispettivi direttivi si sono messi immediatamente d'accordo e si apre un nuovo futuro per tutti i giovani di Mappano e dintorni». «Si tratta di un momento storicol'eco del segretario Pizzinoè davvero emozionante poter essere qui oggi a celebrare un avvenimento del genere, a cui le memorie storiche delle rispettive società, su tutte la figura di Bruno Morando, hanno dato il loro contributo perché tutto ciò potesse andare in porto. Per Mappano e per tutta la sua popolazione si tratta di una grandissima opportunità, il compianto dirigente Aldo Russo sarebbe orgoglioso di vederci qui tutti assieme oggi».

Alla cerimonia, hanno presenziato anche alcune cariche federali, con il segretario regionale Figc Roberto Scrofani che è così intervenuto: «L'unione fa sempre la forza, vedo un gruppo molto coeso e questo aiuterà a superare qualsiasi difficoltà, un plauso agli artefici di questa iniziativa!». In linea con Scrofani anche il consigliere regionale Figc Eudo Giachetti:«Quando ci sono unità d'intenti ed entusiasmo si può arrivare ovunque, un grandissimo in bocca al lupo alla Mappanese e a tutti coloro che hanno reso possibile la sua nascita». Presenti, naturalmente, anche le istituzioni cittadine, con l'assessora allo Sport Cristina Maestrello che ha rimarcato l'importanza dell'attività ludico-motoria come vettore delle pari opportunità: «Tutto ciò che porta sport, gioco, divertimento e svago e che consente alle nuove generazioni d'apprendere i giusti valori della cultura, del rispetto delle regole e della disciplina è sempre il benvenuto e non possiamo che ringraziare tutti coloro danno quotidianamente il proprio contributo attraverso queste attività di volontariato per rendere possibile tutto questo. Lo sport, non dimentichiamolo, deve essere sempre un piacere, ma anche un viatico per le pari opportunità e quindi ben vengano tutte le iniziative che riguardano indistintamente entrambi i sessi, perché non ci sono sport “femminili” o “maschili”, ma solo attività che devono essere accessibili in egual misura a qualsivoglia genere e di questo ringrazio ulteriormente la Mappanese per i progetti riguardanti il calcio “in rosa” che partiranno a settembre». Sulla stessa lunghezza d'onda dell'assessora Maestrello, anche l'assessore al Bilancio Davide Battaglia: «Il bello di Mappano è che, pur essendo un comune di appena 7000 abitanti, vanta due ottimi impianti sportivi, dei quali sono invitate a usufruirne tutte le società del circondario e tutti gli sportivi di qualsiasi disciplina e di qualunque età. Per quanto riguarda gli sport femminili, ci muoveremo anche attraverso il Credito Sportivo per far sì che tutte le pregevoli idee in cantiere si possano sviluppare al più presto».

A tal proposito, s'è espresso anche Alessio Veneziano, che già da un po' di tempo cura assieme a Federico Di Marco, proprio a Mappano, il progetto “Individual Soccer Quality”, una scuola calcio individuale specializzata nel miglioramento della coordinazione e della tecnica di giovani portieri e calciatori: «Da settembre apriremo le porte anche a tutte le bambine e le ragazze che si vorranno avvicinare al calciol'annuncio di Venezianoprevedendo degli stage ogni sabato mattina, quindi tutti coloro che ne avranno piacere sono invitati a mettersi in contatto con noi, il tutto in attesa e nell'ottica d'allestire le squadre femminili della Mappanese all'interno del progetto “Mappanese Woman”, che resta il nostro vero obiettivo per il prossimo futuro. Per quanto riguarda il mio doppio ruolo nella nuova società, invece, sono orgoglioso che la scelta della vicepresidenza sia ricaduta su di me e spero d'esserne all'altezza, visto che non mi sono mai trovato in una società così sana e animata da persone vere, che non voglio deludere. Sto lavorando alacremente con Aniello, col quale ho un rapporto fraterno, per creare una squadra che ci farà divertire, ci sono le potenzialità per creare qualcosa d'importante. Sono bastate poche telefonate per riconfermare in blocco l'intera rosa dell'Atletico di questa stagione e ora ci muoveremo per i prossimi innesti, il cui primo nome è quello di Ivan Camerino, che tornerà da noi dopo la parentesi alla Pro Collegno».

«Faremo richiesta formale al Comune di Mappano per intitolare l'impianto di via Verdi ad Aldo Russoil congedo del presidente Andrea Graneriè a lui che dedichiamo questo bellissimo momento, con l'augurio che tutti i ragazzi che nasceranno a Mappano e quelli che attualmente militano in altre società del territorio potranno un giorno giocare nella squadra della loro città, visto che il nostro sogno è quello di diventare un punto di riferimento per tutte le associazioni sportive della zona. Oggi è nata l'Asd Mappanese, ma chissà che tra qualche anno non ci ritroveremo di nuovo qui a festeggiare la nascita della Polisportiva Mappanese...».

Dawidh Solero

La Redazione