Presentazione - Fusione Ivrea 1905-Bollengo: prende vita l'US Ivrea

Il direttivo del nuovo US Ivrea
Il direttivo del nuovo US Ivrea

Lunedì 10 giugno 2019, stadio Gino Pistoni. Nasce ufficialmente l'US Ivrea, fusione dell'Ivrea 1905 e del Bollengo Albiano. Dopo l'unione dell'anno scorso tra Ivrea 1905 e Ivrea Montalto, ad Ivrea si cerca di catalizzare le forze in un unica società per far tornare una piazza storica come quella della cittadina canavesana punto di riferimento per il territorio. La presentazione svoltasi agli occhi di un centinaio di persone ha voluto mettere in chiaro proprio questo. Ma un passo alla volta.  

Prima di tutto bisogna mettere insieme, per il secondo anno consecutivo, due anime differenti provenienti da diverse società. Il nuovo US Ivrea avrà come presidente Dario Ravera, n°1 del Bollengo Albiano, al suo fianco come vice presidente Antonio Cuomo. Due figure ricopriranno la carica di direttore generale: Alessandro Barcaro, che si occuperò di Prima Squadra e Juniores, e Alessandro Provenzano, il quale supervisionerà su Settore Giovanile e Scuola Calcio. L'incarico di direttore sportivo sarà ricoperto da Mimmo Foti, mentre Mirco Maran, ex ds dell'Ivrea 1905, sarà il team manager della Prima Squadra.

"E' un grande passo ma è stata una scelta per avere un futuro più solido - ci spiega ai nostri microfoni il ds Mimmo Foti - Già l'anno scorso ne avevamo parlato ma poi non se n'era fatto nulla. I rapporti però sono rimasti stretti e quest'anno siamo riusciti a definirla. E' un sodalizio importante, sentito dalla piazza, come hanno dimostrato la presenza del Sindaco e di tantissime persone. Le basi sono ottime, si vuole crescere sotto tutti i punti di vista. Non sarà facile mettere insieme così tante teste ma siamo persone intelligenti che vogliono il bene della società e far tornare Ivrea al centro del Canavese".

L'ambizione della nuova società è grande ma la volontà è quella di procedere senza fare proclami trionfalistici: "E' inevitabile che l'anno che verrà sarà un anno di assestamento - prosegue Foti - L'organizzazione deve assorbire tutte le persone nuove e rodare i meccanismi. Tutti vogliono fare del loro meglio ma procederemo passo dopo passo con grande serietà. Innanzitutto con la prima squadra ripartiremo dalla Promozione, non chiederemo alcun ripescaggio. Nei prossimi giorni andremo a decidere chi sarà il nuovo tecnico, in quanto il direttivo ha deciso di puntare su un nome diverso rispetto a quelli di De Paola e Monetta. In seguito toccherà alla rosa e faremo valutazioni opportune su quali giocatore tenere di entrambe le rose. Ma anche nel Settore Giovanile non vogliamo essere da meno e l'obiettivo è quello di tornare ad avere quattro squadre competitive ai regionali. Insomma, c'è tanto da fare e noi vogliamo farci conoscere per il nostro lavoro dalla gente di Ivrea. Sarebbe bello rivedere già quest'anno tanta gente allo stadio".

Insomma i presupposti sono ottimi, adesso solo il tempo e il campo diranno il futuro di questa nuova società. Intanto, benvenuto US Ivrea!

Luca Scanavino

Leggi altre notizie:IVREA 1905 BOLLENGO ALBIANO