La Chivasso ufficiale: Francesco Parisi nuovo tecnico biancorosso - I AM CALCIO TORINO

La Chivasso ufficiale: Francesco Parisi nuovo tecnico biancorosso

Francesco Parisi al La Chivasso
Francesco Parisi al La Chivasso
TorinoPrima Categoria

Da qualche giorno era ormai nell'aria ma adesso è arrivata anche l'ufficialità: Francesco Parisi è il nuovo tecnico del La Chivasso.

Il nuovo corso della società presieduta da Giampiero Pitzalis riparte dunque dall'ex allenatore del Real Leini, che avrà il compito di guidare fin da subito al riscatto i biancorossi dopo l'amara retrocessione dalla Promozione. «Sono felicissimo d'essere arrivato in una società così blasonata e importante, ancora non mi sembra vero d'aver raggiunto un traguardo così significativo della mia carriera e di questo non posso che ringraziare Pitzalis e gli altri dirigenti per la grandissima fiducia che mi hanno concesso dandomi questa fantastica opportunitàle prime parole del neo tecnicoadesso lavorerò con tutte le mie forze per cercare di ridare subito lustro a questa piazza, facendo innanzitutto leva sul gruppo di ragazzi che continuerà a vestire questa maglia e che sarà ancora lo zoccolo duro della squadra nel prossimo campionato di Prima categoria».

Grazie al sapiente operato di Pitzalis, infatti, nelle scorse settimane gran parte degli elementi che componevano la rosa della Promozione hanno deciso di rimanere fedeli alla casacca biancorossa anche nella categoria inferiore, mettendo così il La Chivasso nelle condizioni di ripartire da una solida base e provare, magari con l'aggiunta di qualche fisiologico ritocco qua e là, a essere immediatamente competitivo per i vertici: «Questo sarà indubbiamente il nostro punto di forza prosegue Parisiricominciare con i ragazzi che sono già legati all'ambiente e ai nostri colori, che portano dentro quel senso d'appartenenza e quell'identità di squadra che sono propri di questa storica società è sicuramente il punto di partenza migliore che potessi augurarmi, quello che mi renderà anche molto più agevole il compito e che ci consentirà, come tutti qui ci auguriamo, di puntare subito a un campionato importante».

L'obiettivo, nemmeno troppo celato, è dunque quello di riportare nel più breve tempo possibile il La Chivasso in una categoria che sia più consona alla sua tradizione e al suo blasone? «Certoconclude il nuovo allenatore biancorosso – anche se naturalmente è ancora troppo presto per sbilanciarci in proclami visto che non conosciamo nemmeno i nostri avversari, ma una piazza che porta questo nome ha il dovere morale di puntare sempre a fare il massimo, qualunque sia la categoria in cui milita.Abbiamo la fortuna d'avere un presidente ambizioso, con alle spalle un progetto serio e concreto e, come già ribadito, un gruppo di ragazzi già tra loro affiatati, che incarnano a meraviglia le qualità morali e tecniche proprie della filosofia di questa società, quindi i presupposti per fare bene non mancano. Ci sentiamo, insomma, tutti partecipi e coinvolti in questo nuovo corso, tutti coloro che sono rimasti dopo la retrocessione hanno un grande rapporto tra di loro e col presidente, siamo uniti e compatti, pronti più che mai a questa nuova sfida così stimolante. Ci sentiamo, insomma, questi colori sulla pelle e sappiamo ciò che la maglietta che indossiamo rappresenti per l'intera città di Chivasso, quindi faremo l'impossibile per riportare al più presto questa società dove merita!».

Dawidh Solero

La Redazione

Leggi altre notizie:LA CHIVASSO Prima Categoria