Venaria, ecco la ciliegina sulla torta: ufficiale Anthony D'Agostino! - I AM CALCIO TORINO

Venaria, ecco la ciliegina sulla torta: ufficiale Anthony D'Agostino!

D'Agostino, nuovo attaccante del Venaria
D'Agostino, nuovo attaccante del Venaria
TorinoPromozione Girone B

Il Venaria mette la ciliegina sul proprio calciomercato. Questa sera la società del presidente Domenico Mallardo ha ufficializzato l'ultimo rinforzo della campagna estiva: trattasi del bomber Anthony D'Agostino

Un grande colpo messo a segno dal ds Carlo Pistolesi dopo un corteggiamento durato 6 mesi. Alla fine il centravanti ex Rivarolese e Bollengo ha accettato con grande entusiasmo la proposta dei cervotti, voglioso di rilanciarsi dopo un'annata travagliata con le maglie di Orizzonti e Volpiano. "Sono contentissimo, credo sia l'ambiente giusto per me. La società, il presidente, il mister e i giocatori, tutto mi ha dato sensazioni ottime. C'è il giusto mix per fare bene - le prime parole di D'Agostino da giocatore del Venaria - Arrivo in punta di piedi, pronto a mettermi al servizio della squadra. Personalmente ho voglia di ritrovare un posto sano dove stare bene con i compagni e divertirmi. E sono convinto che Venaria sia la scelta giusta. Dopo un'annata difficile la mia priorità è questa, poi i risultati e le prestazioni arriveranno di conseguenza".

Gol ma anche grinta, tenacia e sacrificio per la squadra. Queste le armi di D'Agostino che nel corso della sua carriera gli hanno permesso di affermarsi come uno dei migliori attaccanti della categoria. E la sua fame è ancora tanta: "In primis voglio fare i complimenti ai ragazzi perché l'anno scorso hanno fatto un campionato straordinario e vincere non è mai facile in qualsiasi categoria. In Promozione il livello sale e nel girone B ci sono squadre molto valide e forti. Noi dobbiamo tenere un basso profilo, siamo una neo promossa, ma sappiamo di potercela giocare con tutti. Abbiamo un mister di grandissimo spessore che sicuramente potrà aiutarci tanto con la sua esperienza. Personalmente lo ritengo un grande stimolo, ci ho parlato diverse volte e mi è parso una splendida persona. Alla fine ho solo 29 anni, spero di imparare molto da lui e crescere ancora come calciatore. Ma al di là di questo sarà importante che la squadra lavori duro, si sacrifichi e resti coesa. Solo così si otterranno i risultati e potremo toglierci delle belle soddisfazioni".  

Luca Scanavino