Andrea Aiassa, da Rivoli alla Pistoiese: primo contratto da Pro - I AM CALCIO TORINO

Andrea Aiassa, da Rivoli alla Pistoiese: primo contratto da Pro

Andrea Aiassa passa tra i Professionisti
Andrea Aiassa passa tra i Professionisti
TorinoEccellenza

Alla fine, a forza di crederci e insistere, Andrea Aiassa ce l’ha fatta. La Pistoiese - che ha da poco ufficializzato la sua iscrizione in serie C - ha tesserato il giovane esterno classe 2000, nato a Rivoli e cresciuto nelle società del torinese prima di “spiccare il volo” verso il professionismo.

Per arrivare fin lì, Andrea Aiassa ha dovuto percorrere parecchia strada dentro e fuori dal rettangolo verde. Dopo una carriera dilettantistica con le maglie di Rivoli, Lascaris, Sporting Cenisia e Bsr Grugliasco, a gennaio 2017 si è trasferito in Toscana, per giocare con la storica maglia orange mezza stagione in Under 17 e un’intera annata in Berretti, con l’intermezzo di un brutto infortunio che lo ha tenuto ai box per qualche mese. A settembre 2018 si è avvicinato a casa, per una prima parte di stagione poco proficua con la maglia della Pro Vercelli, ma a gennaio la società toscana lo ha richiamato alla base. Mai scelta fu più azzeccata: mezza stagione da titolare indiscusso con la Berretti, con tanto di cambio di ruolo da esterno alto a esterno basso, il terzino di una volta (lui che è nato attaccante), per sfruttare al meglio le doti fisiche, lo scatto e la progressione, per fare su e giù senza sosta sulla fascia. Qualche allenamento con la Prima squadra è bastato a convincere Antonino Asta - l’indimenticato capitano del Toro - che nelle ultime due partite lo ha portato in panchina e lo ha fatto esordire nel finale di Arzachena-Pistoiese. Pochi minuti di emozioni che hanno significato l’esordio nel professionismo, un traguardo importante ma soprattutto un punto di partenza.

La Pistoiese, dopo quell’assaggio di serie C, ha deciso di tesserarlo e di inserirlo nella rosa a disposizione del nuovo allenatore Giuseppe “Pippo” Pancaro, ex professionista con le maglie di Cagliari, Lazio, Milan, Fiorentina, Torino e anche per una ventina di volte in Nazionale. Di ruolo Pancaro era un terzino, avrà parecchie cose da insegnare ad Andrea Aiassa nel suo nuovo ruolo a tutta fascia.

La Redazione