Valdruento, si riparte! Bonafede: "Lotteremo per coppa e campionato" - I AM CALCIO TORINO

Valdruento, si riparte! Bonafede: "Lotteremo per coppa e campionato"

Presentazione Valdruento
Presentazione Valdruento
TorinoPrima Categoria

Valdruento, si riparte! Nella splendida cornice della piscina Blue Park di Druento, giovedì sera la società rossogialloblu ha calato il velo su quella che sarà la squadra affidata al nuovo mister Michele Bonafede nel prossimo campionato di Prima categoria. Una stagione ormai alle porte che, a valutare dalla campagna acquisti messa in atto dalle parti di via Donizetti, promette grandi ambizioni, nemmeno troppo celate dagli stessi dirigenti druentini, che si augurano di poter migliorare il quarto posto raggiunto nell'annata appena archiviata: «Pensiamo d'aver allestito un'ottima rosa – le parole del dg rossogialloblu Fabrizio Rozora starà all'allenatore e ai suoi ragazzi dimostrare con i fatti d'aver compiuto le scelte giuste ma siamo sicuri che questa squadra ci darà grosse soddisfazioni. L'obiettivo è quello di fare meglio rispetto all'ultimo campionato, riuscendo quantomeno a centrare i playoff. Sappiamo di poter fare bene e non ci dovremo accontentare di una semplice salvezza, da quest'anno i nostri progetti saranno molto diversi rispetto al passato...».

«Sono carico e pieno d'entusiasmol'eco del neo allenatore Bonafede ho accettato subito con grandi motivazioni la panchina del Valdruento e durante il mercato è stato fatto tutto in maniera molto oculata, cercando di costruire una squadra il più possibile equilibrata, fatta di persone vere prima ancora che di “fenomeni”. Sono andati via giocatori importanti ma ne sono arrivati altri di comprovata esperienza e valore, il tutto senza stravolgere troppo l'identità del gruppo ma provando semplicemente a migliorarlo, certi di poter dire la nostra e fare qualcosa d'importante». «Speriamo d'aver allestito una buona squadra – l'ulteriore carica del diesse Roby Pinard nel presentare le nuove figure tecniche e dirigenziali, tra cui il team manager di Prima Squadra e Juniores Marco Currà e il nuovo mister della Juniores, ovvero l'ex capitano rossogialloblu Andrea Negrettopoi sarà il campo a dare il suo giudizio!».

Già, quel rettangolo verde su cui non si vedranno più, oltre alla grinta di Negretto, anche le giocate di Phillipe Alves Amaral, le galoppate sulla fascia di Shafy Nosrallah e i gol di Gianmarco Sanna, tutti congedatisi dal Valdruento assieme al portiere Alessandro Chisari, che sarà sostituito dal nuovo numero uno, e che numero uno, Andrea Losacco, estremo difensore classe '90 preso dal Pianezza. In attesa di capire chi sarà il suo vice, il ruolo di dodicesimo è ricoperto dal 2000 della Juniores Francesco Campanella, mentre sempre dal Pianezza, assai fitta la colonia di ex rossoblu passati agli storici rivali, sono arrivati i due difensori Daniele Bruno, classe '92 e il '90 Danilo Zappalà. Assieme a loro, ci saranno ancora i vari Davide Domizi, Alberto Senatore, Fabio Giuliani, Mattia Riva, Stefano Sità, Fabio Bettineschi e Marco Camaggio, mentre sulla mediana ecco altri tre nuovi innesti che portano i nomi di Edoardo Macario, 28enne ex Paradiso Collegno e dei due ex Pianezza Paolo Vassallo ed Elia Piras, rispettivamente un '97 e un '95. Dal Venaria è stato poi riscattato il '98 Lorenzo Raimondo, che ritroverà ancora come compagni di reparto Manuel Battaglia, Giacomo Tornabene, Nicolò Chiodi e il 2000 Ethan Fusetto. In attacco, invece, in attesa dell'ultima ciliegina, i colpi da 90 sono ovviamente gli ex Pianezza Riccardo Mastrorosa, classe '92 e il 33enne Roby Furgato, i quali ritroveranno al loro fianco ovviamente anche bomber Vincenzo D'Agostino.

«Ho sempre e solo incontrato il Valdruento da avversario la chiusura di mister Bonafede con un curioso parallelo tra la sua carriera professionale e la storia recente dei rossogialloblu – ma di questa società e dei suoi dirigenti ho subito apprezzato la determinazione a fare bene e la grande organizzazione. Proprio per questo, voglio già ribadire fin da subito che mi interessano allo stesso modo sia il campionato che la Coppa, dato che, proprio come il Valdruento un paio d'anni fa, anche a me brucia ancora la finale di Coppa Piemonte persa l'anno scorso col Pianezza. Facciamo dunque in modo che questo reciproco sentimento che ci accomuna ci dia ancora più carica e ci spinga a calarci sin dal prossimo 19 agosto, giorno d'inizio della preparazione, nella giusta mentalità vincente!».

Dawidh Solero

La Redazione

Leggi altre notizie:VALDRUENTO Prima Categoria