I nuovi gironi di Serie C all'insegna della competizione - I AM CALCIO TORINO

I nuovi gironi di Serie C all'insegna della competizione

Bari
Bari
ItaliaSerie C

Svelati i gironi, tempo di riflessione. Il prossimo anno sarà caratterizzato sicuramente da un girone C super competitivo ma non è l'unico: i gironi A e B sono ricchi di sorprese.

Il girone A è, infatti, basato sulla presenza di squadre toscane di alto livello come Siena, Arezzo e Carrarese che hanno ben figurato nei Playoff. Inoltre, sarà di scena anche la Pro Vercelli e il Monza, due squadre molto interessanti e che godono di un apparato strutturale non indifferente. Possibili outsider le due neopromosse Lecco e Como e chissà se la Juve U23 riuscirà a fare il salto di categoria.

Il girone B, invece, appare un girone equilibrato, all'insegna del blasone e forgiato da squadre di forte caratura tecnica: parte favorita la Triestina, finalista dei Playoff, ma attenzione anche al Vicenza di mister Di Carlo, al Padova e al Carpi che sono retrocesse dalla Serie B. Per concludere, grande attenzione sarà rivolta anche su Modena e Reggiana, entrambe ripescate dopo essere state dominate lo scorso anno dalla rivelazione Pergolettese (quest'anno nel girone A).

Infine, come dicevamo, il girone C: Bari, Catania, Catanzaro, Reggina e Ternana partono con il favore del pronostico. Squadre blasonate sì ma che possono fare i conti sbagliati (l'esempio della Casertana dello scorso anno è lampante) con possibili rivelazioni come Teramo, Cavese o Picerno. Da non sottovalutare anche le due compagini più interessanti e potenziali outsider del girone come Potenza e Monopoli.

Insomma, saranno tre gironi di grande spessore tecnico e forte agonismo, ognuno più avvincente dell'altro. 

Michael Tassone