Inter, Juventus, Classifica Avulsa: chi è in testa davvero? - I AM CALCIO TORINO

Inter, Juventus, Classifica Avulsa: chi è in testa davvero?

L. Martinez e C. Ronaldo
L. Martinez e C. Ronaldo
ItaliaSerie A

Un Campionato così bello e combattuto non lo si vedeva da tempo: Juventus, Inter e Lazio stanno dando vita a fine settimana infuocati, da infarto, con gol all'ultimo minuto e le solite, inevitabili, polemiche, per una ragione o per l'altra.

In tutta questa confusione, facciamo luce sulla questione che più tiene banco in queste ultime settimane: Chi è in testa alla Classifica di Serie A in questo preciso momento? Cosa significa, cosa è e come si applicano le regole della Classifica avulsa? Vi spieghiamo tutto in maniera chiara e definitiva.

CLASSIFICA AVULSA

Partiamo dal principio: la Classifica Avulsa è quella che, nel Calcio (come in altri sport) permette di determinare quale squadra abbia diritto a stare una posizione sopra l'inseguitrice (o le inseguitrici), in caso di perfetta parità di punti conquistati, tenendo conto di diversi parametri, stabiliti dalla Lega di appartenenza delle squadre interessate. La Classifica Avulsa viene utilizzata a prescindere da quale sia il contesto, ovvero che si tratti del 1° posto della Serie A (quindi per l'assegnazione dello Scudetto) o del quartultimo posto, ultima casella valida per la salvezza. 

COME FUNZIONA IN SERIE A LA CLASSIFICA AVULSA

Nella Serie A 2019/20 la Classifica Avulsa tiene conto dei seguenti parametri, per determinare quale squadra abbia diritto a stare una posizione sopra il club che insegue. I parametri sono elencati in ordine di importanza:

1 - PUNTI NEGLI SCONTRI DIRETTI

Ovvero, si terrà conto dell'esito delle due partite giocate dalle squadre interessate (andata e ritorno). In questo caso, nel momento in cui scriviamo, si è giocata soltanto l'andata di Inter-Juventus (7° giornata di Campionato), e la Juventus ha conquistato la vittoria grazie al risultati di 2 a 1 ai danni dei nerazzurri.

2 - DIFFERENZA RETI NEGLI SCONTRI DIRETTI

Nel caso in cui ci sia perfetta parità nell'esito delle due partite di Campionato (andata e ritorno), si terrà contro della differenza reti negli scontri diretti tra le due squadre interessate. In questo caso, la Juventus avrebbe comunque la meglio, grazie alla rete in più realizzata nella partita d'andata (2 a 1 per la Juventus contro l'Inter).

3 - DIFFERENZA RETI GENERALE

Nel caso in cui le squadre interessate abbiano ottenuto una vittoria a testa negli scontri diretti, o abbiano pareggiato entrambe la partite, e nel caso in cui nella differenza reti negli scontri diretti ci sia perfetta parità, la Lega prenderà in considerazione la Differenza Reti Generale. Quindi, se l'Inter dovesse (è soltanto un esempio, non scaldatevi!) realizzare 30 gol in tutto il Campionato, subendone 10, avrebbe una differenza di "+20". Se la Juventus dovesse realizzare 29 gol, subendone 10, i bianconeri terminerebbero la stagione con una differenza di "+19". L'Inter sarebbe Campione d'Italia per una migliore differenza reti ("+20" contro i "+19" della Juve).

4 - RETI TOTALI REALIZZATE

Qui non serve spiegare molto: avrebbe la meglio la squadra che ha segnato più gol nell'arco dell'intero Campionato.

5 - SORTEGGIO

Vedete questa soluzione anche come una perfetta metafora della "Bandiera Bianca" da parte della Lega. Come a dire: "Ci abbiamo provato in ogni modo, ma non è servito a nulla". Nell'assurdo e difficilissimo caso in cui i quattro parametri precedenti dovessero risultare tutti in perfetta parità, si procederà ad un semplice - quanto terrificante - Sorteggio.

IN DEFINITIVA: CHI E' IN TESTA AL MOMENTO?

Per tutti questi motivi, appena elencati, dopo 16 giornate di Serie A, come riportato dalla nostra CLASSIFICA, la Juventus sarebbe oggi Campione d'Italia grazie ai punti ottenuti negli scontri diretti (ovvero, grazie al 2 a 1 maturato a San Siro contro l'Inter).

NON CADETE NELLA TRAPPOLA

Secondo alcune voci che girano sul WEB, l'Inter sarebbe in testa alla Classifica perché il parametro dei Punti negli Scontri Diretti andrebbe applicato soltanto quando entrambe le partite, tra le due squadre interessate, saranno state disputate (quindi quando anche il match di ritorno sarà terminato). Questa regola, semplicemente, non esiste.

Giuseppe Fragola

Leggi altre notizie:JUVENTUS INTER Serie A