Pinerolo, 3 minuti per due colpi da K.o. - I AM CALCIO TORINO

Pinerolo, 3 minuti per due colpi da K.o.

Un'azione nell'area del Pinerolo
Un'azione nell'area del Pinerolo
TorinoEccellenza Girone B

Tutto in tre minuti, una manciata di secondi in più, fra il 43° e il 46° del secondo tempo. Sembrava un finale avviato verso una equa (ma con prevalenza territoriale dei padroni di casa) spartizione del risultato, poi due fiammate hanno permesso al Pinerolo di conquistare i 3 punti battendo per 2-0 il Castellazzo. Una partita senza acuti: un tiro a lato al 20° del primo tempo di Alfiero e una occasione mancata (palla svirgolata malamente dopo aver attraversato l'area) per i padroni di casa, in precedenza una conclusione di Fassina dopo pochi minuti parata da Cammarota, e un tiro in porta, peraltro debole, della squadra ospite al 16° del secondo tempo, sono le poche annotazioni dei primi 70 minuti di una sfida che ha visto il Pinerolo, più compatto e organizzato, fraseggiare a lungo e controllare il centrocampo con Barbaro, Chiatellino e Maio, senza però riuscire a incidere in profondità nonostante i movimenti di Alfiero e Micelotta, mentre il Castellazzo ha dato la sensazione di aver impostato la partita pensando principalmente a difendere, affidandosi a poche palle lunghe e imprecise e con poche idee senza creare manovre di gioco. Pinerolo però che ha anche faticato, andando persino in leggera difficoltà dal 25° del secondo tempo quando gli alessandrini hanno rimesso in quadro il centrocampo. In quella situazione gli ospiti non hanno avuto però lucidità: addirittura il giovane Ravetto, classe 2002 ha salvato la porta del Castellazzo su una gran bella conclusione di Alfiero. Un'avvisaglia verso il concitato finale in cui con tre minuti ancora da giocare sarebbero sicuramente serviti dei cambi (già molto prima, in realtà) viste le enormi ed evidenti difficoltà. Con gli ospiti appannati e con meno forze, il Pinerolo ha provato a spingere in profondità e da un fallo sulla trequarti è partita la punizione deviata di testa da Ferrero: il portiere Ravetto ha deviato sulla traversa ma la palla gli è rimbalzata addosso finendo in rete. Tre minuti dopo, su un errore in fase difensiva è giunto il raddoppio di Maio. Poche giocate nel recupero, con il Pinerolo a controllare dopo essere stato bravo a credere fino in fondo per portare a casa il risultato pieno. Da segnalare la buona direzione di gara dell'arbitro Guiotto di Schio.

Pinerolo-Castellazzo 2-0

MARCATORI: Ferrero (P) all'87° e Maio (P) al 90°

PINEROLO: Cammarota, Bert (dal 64° Picotto) , Corrado; Viretto, Ferrero, Todaro; Micelotta, Barbaro (dal 64° Nicolini), Alfiero, Chiatellino, Maio. A disp. Bonissoni, Lupo, Tonini, Moracchiato, Mensa, Dedominici, Ongaro. All. Rignanese. 

CASTELLAZZO BORMIDA: Ravetto, Ventre, Mocerino; Benabid, Labano, Battista; Fassina, Fr. Viscomi, Zunino (dal 71° C. Torre), Molina, Liguoro. A disp. Fracchia, B. Torre, Icardi, Fe. Viscomi, Bertuca, Milanese, Sorano, Maritano. All. Nobili

ARBITRO: Guiotto (Schio)

GUARDALINEE: Marinoni (Vercelli) e Gallo (Nichelino)

La Redazione