Il Presidente del Chieri Gandini: "Fatto mercato virtuoso" - I AM CALCIO TORINO

Il Presidente del Chieri Gandini: "Fatto mercato virtuoso"

Luca Gandini, presidente del Chieri
Luca Gandini, presidente del Chieri
TorinoSerie D

Autore di una buona partenza in campionato che l'ultimo stop di Imperia non può inficiare, il Chieri di Marco Didu si sta confermando squadra da piani alti, capace di alcune impennate importanti come i sei gol rifilati alla Lavagnese che hanno condotto i torinesi ad attestarsi nei pressi della zona che conta della classifica.

Un andamento che, nonostante lo stop quasi inevitabile dovuto al dilagare della diffusione della sondata ondata di Coronavirus, il presidente Luca Gandini ritiene soddisfacente anche in rapporto alle aspettative: "Sono soddisfatto di come la squadra si sta comportando sul piano del gioco e dei risultati, direi che in queste prime giornate di campionato siamo in perfetta linea con quelli che erano gli obiettivi della vigilia. Mister Didu si è inserito alla perfezione nei nostri ingranaggi e in questi primi mesi ho scoperto un tecnico preparato e abituato a lottare per raggiungere i propri obiettivi. Siamo soddisfatti anche dei nostri giovani, che stanno dimostrando tanta voglia di imparare: abbiamo improntato un mercato virtuoso proprio in questo senso, inserendo in rosa parecchi elementi di verde età e del territorio, spesso e volentieri cresciuti all'interno del nostro settore giovanile, e questa politica sta portando i frutti che ci eravamo prefissi".

Il problema ora diventa affrontare questo difficile periodo, con una pandemia che sta mettendo in ginocchio non solamente il calcio dilettantistico ma la comunità civile più in generale. Un'ulteriore sfida da affrontare anche se, a detta di Gandini, forse qualche cosa di più in sede decisionale si poteva fare: "E' difficile negare che alcune scelte a livello federativo ci stanno rendendo la vita molto complicata, si poteva immaginare che sarebbe stato complicato portare a termine un girone a 20 squadre che per di più non poteva iniziare che alla fine di settembre per tutto ciò che è successo da marzo in poi nel nostro paese. Siamo consapevoli che quelli che verranno saranno mesi complicati per tutti e a tutti i livelli, ma noi cercheremo di fare tutto ciò che la pandemia in corso ci permetterà di fare, e possibilmente in modo straordinario. Non nutro alcun dubbio sulla squadra che abbiamo costruito, sicuramente faremo bene e a fine stagione tireremo le nostre somme".

Massimo Davì

Leggi altre notizie:CHIERI Serie D