La Pro Eureka è in fuga, Atletico gagliardo ma la rimonta non riesce - I AM CALCIO TORINO

La Pro Eureka è in fuga, Atletico gagliardo ma la rimonta non riesce

Brian Torre infila il definitivo 3-2
Brian Torre infila il definitivo 3-2
TorinoEccellenza Girone A

Pro Eureka in fuga solitaria. La squadra di Tosoni batte 3-2 l’Atletico Torino al termine di una partita combattuta e sofferta e conferma la… “voglia di stupire” professata all’inizio di questa corta quanto intensa stagione inedita di Eccellenza, il campionato dell’attenzione e dei tamponi, ma soprattutto dei sacrifici e al tempo stesso della voglia di tornare in campo.

La partenza fulminea della Pro Eureka ha messo in ginocchio gli ospiti, 3-0 in venti minuti di gioco, proprio nella fase in cui l’Atletico Torino cercava di organizzare la difesa che ha registrato alcuni cambiamenti dopo le prime due delle tre precedenti giornate (l’Atletico ha già riposato…) con l’innesto di Hamine (2003) al centro della difesa al fianco di capitan Piccirilli e spostamento sulla fascia “bassa” di Brian Torre (che comunque è un esterno alto utilizzato per necessità in altri ruoli).

Il vantaggio fulmineo dei padroni di casa della Pro Eureka (dopo 2’30” di gioco e una ingenuità difensiva degli ospiti…) firmato da Pititto, il raddoppio prepotente di testa ancora di Pititto al 6', con una azione da velocista sulla fascia sinistra di Luz dos Santos, hanno pesato oltremodo e portato al terzo centro ancora di Capriolo (e ancora su iniziativa di Luz dos Santos) e un errore in chiusura difensiva. Venti minuti e partita finita? Forse, in apparenza e non per rilassamento. Il risveglio degli ospiti è nato da una palla di Amara Sylla, combattivo su ogni pallone che allunga in profondità su Gennaro pronto a rigiocare indietro anziché crossare: botta da fuori area di Carlos Torre e nulla da fare per il portiere Leone (i due hanno giocato assieme nelle giovanili della Juve, entrambi classe ’95). Al di là di un paio di brividi, l’Atletico Torino ha cominciato a premere con foga ed entusiasmo mentre la Pro Eureka ha cercato di controllare e colpire di rimessa dimostrando abilità nella gestione della gara. Ma non ha più sfoderato lucidità ed energia, surclassata a centrocampo, ma al tempo stesso più attenta a non subire che a colpire. Tosoni si è sgolato dalla panchina, per evitare cedimenti, ma è stato l’Atletico Torino a raddoppiare: cross di Carlos Torre tagliato e pennellato per la testa del fratello e Leone ancora una volta si è inchinato a un ex delle giovanili della Juve (classe '99). A quel punto la partita si è fatta intensa e nervosa, pochi e ineccepibili cartellini gialli ma anche l’espulsione di Galietta al 23' e un lampo in attacco della Pro Eureka deviato in angolo da Dosio.

L’Atletico Torino ci ha provato fino alla fine, in particolare con le conclusioni di Carlos Torre, ha combattuto a volte anche con troppa “testa bassa” quando invece serviva meno foga e più precisione, ma la Pro Eureka ha dimostrato di riuscire a contenere la reazione degli avversari, una prova di maturità da… prima in classifica con una squadra giovane ma già equilibrata dove il più “anziano” è il ’95 Leone, in porta, e tra i fuoriquota i 2000 Recano e Petracca, i 2001 Verlucca e Galietta, il 2002 Dos Santos e il 2004 Capriolo che si fa sentire per capacità di sfruttare le situazioni e il fisico. Atletico imbottito di giovanissimi, laboratorio di sperimentazione per la prossima stagione: tre ’95 (C. Torre, Piccirilli e Curto), un ’97 (Gritella), un ‘99 (B. Torre) e sei giovani (un 2000, un 2001, due 2002, un 2003 e un 2004) dai quali la società si attende una significativa crescita. Festival di gioventù che diventa ancor più significativo analizzando le età medie dei giocatori in panchina…

Alla fine dei conti è stata una partita combattuta, con alcune individualità in evidenza, tra emozioni e veloci capovolgimenti di fronte: Pro Eureka in vetta solitaria con merito, Atletico Torino che non merita l’ultimo posto in classifica, come ha dimostrato contro la Pro e due settimane fa contro il Trino. 

PRO EUREKA-ATLETICO TORINO 3-2

Reti: 2’ Pititto (P), 6’ Pititto (P), 19' Capriolo (P), 25' C. Torre (A); 5'st B. Torre (A).

Pro Eureka: Leone, Recano, Benucci; Costa, Verlucca, Luz Dos Santos; Galietta, Romano, Pittitto (38'st Golfarelli), Petracca (40'st Rima), Capriolo (16'st Tabone). A disposizione: Rusu, Rolle, Regaldo, Curcio, Starmai, Leo. All. Tosoni.

Atletico Torino: Dosio, Palmiere (16'st Cornelj), B. Torre; Lombardo, Piccirilli, Hamine (40'st Herrera); Gritella (40'st Palumbo), C. Torre, Amara, Curto (1'st Scapino), Gennaro (16'st Bellan). A disposizione: Sprocati, Tesauro, De Bianchi, Cuzzucoli. All. Rubino.

Arbitro: M. Cavallo di Cuneo. Assistenti: Spina e Vitrano di Chivasso.

Note: Espulso al 24'st Galietta (P).

Giuliano Barbato