Atletico Torino cede nel finale, Aygreville gran rimonta: da 0-2 a 4-2 - I AM CALCIO TORINO

Atletico Torino cede nel finale, Aygreville gran rimonta: da 0-2 a 4-2

Furfori (Ayg.) e Carlos Torre (Atl. To.)
Furfori (Ayg.) e Carlos Torre (Atl. To.)
TorinoEccellenza Girone A

Un primo tempo da… protagonisti, velocità, occasioni (alcune sprecate…), due gol (in una ventina di minuti) di vantaggio e un dominio evidente. Un primo tempo, quello dell’Atletico Torino, segnato da un solo neo, un’incertezza difensiva allo scadere che ha portato da un disimpegno sbagliato a un cross finito su un braccio di un difensore, deviazione involontaria ma rigore indiscutibile: così l’Aygreville, messo a segno il gol del 2-1 è andata al riposo con la consapevolezza di aver riaperto la partita e con la convinzione di poter ribaltare il risultato. Così è stato.

Torinesi a segno dopo 9’ con Brian Torre (terzo centro della stagione in quattro partite, oltre ai due segnati con la maglia del Castellazzo nella prima fase chiusa anzitempo per il Covid), stavolta su punizione calibrata perfettamente sul primo palo e finita sotto l’incrocio nonostante un centrocampista dell’Aygreville messo sulla linea di porta. Raddoppio dopo meno di 10 minuti grazie a Amara Sylla rapido nel librarsi in area e far partire il tiro che beffa Alessi. Atletico padrone del campo, anche se al 22° Cuneaz su punizione costringe Dosio a una deviazione difficile quanto efficace. Ma nel finale del primo tempo sulla spinta di Furfori arrivano i primi segnali di vera pericolosità dell’Aygreville, in particolare sulle fasce esterne con Dayné e con Castagna. Preludio al finale, con una palla mal giocata sulla sinistra dai torinesi e il pronto inserimento per il cross: braccio, rigore e gol al 45° di Dayné che due minuti dopo con un pallonetto sbaglia di poco la mira a portiere battuto.

Cambia la musica nel secondo tempo, l’Aygreville aggredisce con maggiore insistenza e convinzione i giovani torinesi, dopo 9’ arriva il pareggio di Brunod partito sul filo del fuorigioco (era in fase di rientro) su una palla lunga rilanciata da centrocampo e pronto a sfruttare la situazione tra la sorpresa degli increduli difensori torinesi che stavano tornando a centrocampo e hanno chiesto il fuorigioco.

Passano 18 minuti, cominciano le sostituzioni (escono Bellan e De Bianchi nell’Atletico),  la partita sembra tornata in equilibrio, nonostante l’Aygreville dimostri più velocità negli inserimenti facendo valere soprattutto nei contrasti la maggiore esperienza. Sale la tensione, con qualche fallo più duro e mal valutato dall’arbitro Miletto di Bra, in difficoltà nel gestire i momenti caldi con decisioni che hanno sollevato proteste da entrambe le parti, con due assistenti imprecisi nell’assegnazione dei falli laterali e su dubbi fuorigioco.

La svolta al 27° del secondo tempo quando Castagna si infila dalla sinistra senza trovare contrasto: un paio di finte poi la conclusione infilando un corridoio tra gli avversari per battere Dosio apparso in ritardo e forse un po’ coperto nel momento in cui partiva il tiro. E’ il gol che taglia definitivamente le gambe e il morale ai torinesi, puniti oltremodo nel recupero (al 47°)  da una punizione calciata a sorpresa: l’esperto Furfori (classe ’88) vede il portiere avversario fuori dall’area e da centrocampo calcia diritto in porta, un tiro-pallonetto potente, deciso e soprattutto preciso. Chapeau: al di là del gol è stato lui a tenere in piedi la sua squadra per tutta la gara.

L’Atletico ha giocato ancora una volta una buona partita, difetta in esperienza (nel finale del primo tempo i palloni rilanciati con foga potevano essere gestiti meglio anziché calciati via o portati) e decisione, ma alla fine ha espresso buon gioco. Appuntamento rinviato, però, coi primi punti in classifica.. L’Aygreville ha dimostrato d’essere squadra costruita per far bene e puntare alla zona alta della classifica, ha esperienza ma anche velocità nel ribaltare il gioco e il giusto cinismo per sfruttare le occasioni. E deve recuperare gli infortunati Pomat, H. Favre e Bosonin…

ATLETICO TORINO-AYGREVILLE 2-4

ATLETICO TORINO: Dosio, Cornelj (39° st Hamine), De Bianchi (20° st Puppione); Lombardo (43° st Cuzzucoli), Piccirilli, Torre B.; Bellan (Tesauro), Torre C., Amara Sylla, Herrera, Pisaturo (39° st Curto). A disp. Sommi, Gritella, Caruso, Scapino. All. Rubino.

AYGREVILLE: Alessi, Marchesano, Gentili; Furfori, Bonomo (30° st Ceccon), Prola; Dayne, Monteleone, Brunod, Cuneaz (37° st Favre), Castagna. A disp. Grande, Mugione, Bonel, Distasi, Zanat, Girotti, Battilani. All. Pasteris.

ARBITRO: Miletto di Bra.

ASSISTENTI: Merlina e Galantucci di Chivasso.

MARCATORI: 9° Brian Torre (AT); 19° Sylla (AT), 45° Dayne (Ay) su rigore. Secondo tempo: 9° Brunod (Ay), 27° Castagna (Ay), 47° Furfori (Ay)

NOTE: recuperi pt 3’, st 4’. Ammoniti Lombardo, Herrera, Pisaturo (AT), Gentili (Ay)

Giuliano Barbato