Incredibile, ma vero! Con Totò Schillaci il Crocetta brinda ai 3 punti

Crocetta, Schillaci e il dottor Bosio
Crocetta, Schillaci e il dottor Bosio

Da bruttissimo anatroccolo a bellissimo cigno, questa è la storia del Crocetta, squadra di Terza categoria che fino allo scorso week end deteneva in compartecipazione con il Bormida Bistagno (Seconda Categoria girone N) il triste record di esser fermo a quota 0 punti. Eppure domenica 25 febbraio è successo l'impensabile: davanti alle telecamere di "Quelli che il calcio", il programma televisivo condotto da Nicolò Savino e in onda su Rai 2, il Crocetta ha battuto per 2-1 il più quotato Atletico Nichelinense portando così a casa per la prima volta nella sua storia tre punti (classifica).

Il segreto di questa vittoria però è racchiuso nella presenza a bordo campo di Totò Schillaci: l'ex bomber di Juventus, Inter e Italia '90 infatti, in veste di motivatore o meglio di mister ombra, ha guidato i gialloblù al successo promettendo poi di scendere in campo prossimamente insieme al bomber nonchè presidente Stefano Armitano. Ed è proprio Armitano, fiero in volto a concedersi ai nostri microfoni confessandoci di aver provato una gioia immensa per una vittoria più unica che rara: «E' successo l'impensabile, ma la voglia di allenarsi e la costanza hanno finalmente trionfato. Siamo una banda di giovincelli e vecchietti che pur avendo grossi limiti tecnici è riuscita in una grandissima impresa. Ci tengo però a ringraziare "Quelli che il calcio" che ci ha sempre sostenuti e Totò Schillaci il quale ha tifato per noi dal primo all'ultimo minuto. A breve lo tessereremo così potrà diventare un giocatore del Crocetta e disputare assieme a noi una partita». Armitano poi coglie l'occasione per proporre un'iniziativa tutto cuore: «Diamo la possibilità a cinque bambini dal 2004 al 2009 di venire a giocare gratuitamente qui da noi allla scuola Calcio del Crocetta. Qui le porte sono aperte per tutti». Aspettando dunque che Schillaci scenda nuovamente in campo facciamo un grosso in bocca al lupo al Crocetta.

Marco Piccinni