Festa Avigliana, Campana: "Questa città merita ancora di più"

Avigliana campione, si va in Seconda!
Avigliana campione, si va in Seconda!

Il 26 marzo resterà una data storica per l'Avigliana Calcio. Gli arancioneri festeggiano il primo salto di categoria della loro storia; la loro breve (nascita nel 2011, nei dilettanti solo dal 2014) ma già gloriosa storia. Dalla Terza alla Seconda Categoria con 4 giornate d'anticipo, per una cavalcata che non ha avuto rivali (classifica). Dopo le parole di ieri a caldo del presidente Luca Viglietti, siamo andati a sentire il condottiero della banda aviglianese, Paolo Campana, in un viaggio tra passato, presente e futuro di questa incredibile stagione.

"Una gioia immensa - esordisce così il tecnico arancio nero - In questo campionato è dall’inizio che siamo in testa alla classifica. Abbiamo avuto un momento di difficoltà nelle prime 3 partite del girone di ritorno, probabilmente dovuto alla preparazione e al vantaggio che avevamo che ci ha un po’ fatto addormentare. Però questo è un gruppo importante fatto di 25 giocatori, con parecchi giovani e anche giocatori di esperienza. Questo ci ha permesso di riprenderci e fare 5 vittorie consecutive e vincere il campionato. Questo è un po' il film della nostra annata".

Ieri l'ultimo sigillo, il 6-0 contro il fanalino di coda Crocetta che ha lanciato definitivamente la festa. Nonostante il punteggio dica altro, la gara è stata più dura del previsto. Continua Campana: "Ai ragazzi avevo detto di stare molto attenti, perché non ci sono mai partite facili, e poi nella testa da tutta la settimana c’era la festa, quindi poteva esserci un po' di superficialità. Nel primo tempo infatti abbiamo avuto grandi occasioni ma non le abbiamo sfruttate. Nella ripresa siamo entrati con un altro piglio e cattiveria agonistica. La punizione di Cario, per me il giocatore più bravo in questa categoria, ha sbloccato i ragazzi e la gara si è messa in discesa. Ero fiducioso, conosco il valore di questi ragazzi, ma è chiaro che in queste partita ci vuole un pizzico di esperienza. Il passato ci insegna, l'anno scorso lo spareggio contro l’Atletico Alpignano e poi i playoff".

Quest'anno è stata la volta buona e adesso c'è la Seconda Categoria che attende questo Avigliana. Sarà sempre con Campana in panchina? "Io sarei onorato di proseguire questo lavoro, iniziato due anni fa grazie al presidente Luca Viglietti. I presupposti ci si sono, la squadra è stata costruita per vincere e per durare e ben figurare negli anni. Ho già parlato con la società che mi ha confermato la fiducia e io ne sono onorato. Nel calcio poi non si può mai sapere, però io mi sento parte di questo progetto e vorrei farne parte il prossimo anno e disputare un’altra grande stagione. Ieri c'erano 400/500 persone, la città merita categorie migliori anche della Seconda. Con me o senza di me, mi auguro che questa città torni in alto".

Per concludere non possono mancare i ringraziamenti per questa straordinaria annata. "Io e i giocatori siamo gli attori ma i complimenti in primis vanno fatti al presidente Viglietti. Ha fatto nascere questo progetto meraviglioso nel 2011 e lo sta portando avanti con molto lavoro. Merita queste gioie, è lui che mi ha rifatto venire voglia di allenare e di rientrare nel calcio. Nel calcio dilettantistico incontrare persone così è rarissimo, è uno dei più bravi che abbia mai incontrato. Poi devo ringraziare anche i ragazzi che mi hanno dimostrato sempre un grande attaccamento. E' un gruppo unico che crede nel progetto di Viglietti e potrà fare bene anche nel futuro. C'è una società solida che ha molta voglia di fare, mi ritengo fortunato ad essere qua. Infine ci tengo a ringraziare mia moglie e i miei figli che hanno gioito con me. Non mi hanno fatto mancare il loro sostegno anche nei momenti difficili".

Insomma si conclude con un bel lieto fine questo capitolo per l'Avigliana e il tecnico Campana. Aspettiamo con ansia settembre pèr poter leggere il prossimo!

Luca Scanavino